Equipaggiamento Tecnico

Il noleggio.

Tutto l’equipaggiamento tecnico può essere noleggiato in diversi negozi che ne offrono il servizio. Ma nel noleggio vi è comunque un elemento, gli scarponi, che risultano essere un punto delicato in quanto la scelta della scarpa è fondamentale e varia da piede a piede che ognuno di noi ha. Essendo l’elemento più complesso nei noleggi non si trovano tutti i modelli per cui è difficile trovare quello perfetto per il nostro piede. Ora per quanto ci riguarda normalmente consigliamo il noleggio a chi per la prima volta effettua dello sci alpinismo in modo che possa scoprire la disciplina e capire se gli piace veramente prima di fare i dovuti acquisti. Invece chi già fa sci alpinsimo e vuole proseguire è meglio che abbia la sua scarpa. Per il resto, sci , bastoni, pelli, il noleggio può essere una buona scelta per chi non è un assiduo sci alpinista.

L’acquisto dell’equipaggiamento tecnico.

L’acquisto dell’ equipaggiamento va fatto in modo progressivo in base all’evoluzione tecnica personale e ai futuri obiettivi che ci siamo prefissati. Alcuni di questi necessiteranno poi un rinnovo periodico o un’evoluzione in base appunto a scelte future. Dove comprare? Oggi le possibilità sono innumerevoli, l’unica cosa in negozio cercate i consigli di una persona competente. Se comunque avete ancora dubbi siamo a vostra disposizione per aiutarvi nelle scelte. .

Consigli sull’equipaggiamento.

Questa sezione offre alcune linee guida molto generali. Per maggiori dettagli leggete gli elenchi che inviamo con ogni nostro programma. Un concetto di base …. fate del vostro meglio per ridurre al minimo il peso. Inoltre, nelle discipline alpinistiche, sci alpinistiche a volte i materiali differiscono in base a ciò che si realizza. L’esempio è da una cascata di ghiaccio ad una spedizione, ad un raid sci alpinistico. Se non siete interessati all’ipertecnico e specifico scegliete sempre degli attrezzi il più possibile polivalenti, soprattutto quando si tratta di ramponi e piccozze. Di seguito alcuni consigli

Gli scarponi
Siano essi per lo sci alpinismo o l’alpinismo devono essere presi in base ai vostri obiettivi e alle vostre capacità tecniche. Badate sempre al peso, ma, soprattutto ad avere delle scarpe che che non siano fredde. Ne va dei vostri piedi e delle vostre gite e/o viaggi.
Nel mondo anglosassone le scarpe da alpinismo sono suddivise in 4 categorie: B0, B1, B2 e B3. Gli scarponi per l’alpinismo sono di categoria B2 e B3. Esempi di categoria B3: per l’alpinismo nelle Alpi sono SCARPA Monte Bianco GTX o Phantom Tech; per le spedizioni sino a 6000m – 7000m vi sono gli SCARPA phanton 6000. Per lo sci alpinismo la distinzione da uno scarpone da sci è più evidente perché per lo sci alpinismo le scarpe sono molto più leggere, più morbide, sono dotate di suola Vibram, di eventuali inserti specifici per gli attacchi, etc. Degli esempi: Scarpa Maestrale o più leggero SCARPA F1

I ramponi
categoricamente a 12 punte non di alluminio (anche per gli sci alpinisti). Esempi sono Simond Makalu mixte, Petzl Vasak o gli ottimi Grivel G12. Modelli semi automatici o a gabbia a voi la scelta in base sempre a ciò che volete fare e alla polivalenza di uso.

La Piccozza
Un grande esempio di leggerezza è la Grivel Jorasses 2.0. Per la lunghezza: tenendo la piccozza alla paletta con la mano e posizionandola con braccio teso lungo la gamba la punta opposta del manico deve essere all’altezza della caviglia. Questo esempio è per una piccozza polivalente alpinismo – sci alpinismo, che è già sufficientemente tecnica per salite alpinistiche impegnative

Gli Sci
Nonostante la sempre maggiore larghezza degli sci nel mercato di oggi, c’è un limite a quanto ampia e ragionevole sia quest larghezza per un buon sci alpinismo. Purtroppo, uno sci non può essere perfetto in tutte le condizioni. Sci larghi (più di 100 mm sotto i piedi) sono difficili da condurre sulle nevi dure – ghiacciate, non facili da condurre in salita con le pelli, e sono pesanti. Gli sci stretti (meno di 80 millimetri sotto i piedi) se troppo leggeri diventano difficili nella neve profonda o crostosa.
La scelta di uno sci è comunque e sempre da fare in base a ciò che prediligiamo fare.

Equipaggiamento da Autosoccorso
ARTVA – Apparecchio Ricerca Travolti in Valanga oggi sul mercato si trovano numerose marche e modelli più o meno complessi nell’uso, sicuramente si deve esclusivamente scegliere un tre antenne. I nostri consigli sono verso un PIEPS modello DSP Sport o PIEPS modello Micro

Le sonde – elemento fondamentale del trittico. Ve ne sono di innumerevoli modelli e marche, sicuramente da tenere in conto la lunghezza di 240 cm, per lo sci alpinismo è perfetta (non più lunga e non più corta), sistema di montaggio a frusta e con cordino per il fissaggio, se possibile graduata e assolutamente non fine. Esempi: PIEPS probe alluminium.

La pala – Se dovete acquistarla tassativamente in metallo con un cucchiaio di dimensioni e curvatura che vi permetta di spostare tanta neve ogni palata. categoricamente con manico telescopico allungabile e staccabile dal cucchiaio. Esempi: Pieps C720 o Ortovox pro alu3 .

Zaini Airbag – ultimo elemento entrato nel mondo dello sci fuori pista. Fatica ancora a entrare nel mondo dello sci alpinismo a causa del peso ancora importante di questi zaini e per i suoi costi di acquisto elevatissimi. Noi il consiglio che diamo è di noleggiarlo. Chi vuole comprarlo: Pieps jet force Tour, backcountryaccess modelli Float.